La collezione Corsini è l’unica quadreria settecentesca romana che sia giunta intatta fino ai nostri giorni. Originaria di Firenze, la famiglia Corsini raggiunse il suo apogeo nel decennio 1730 – 1740, quando il cardinale Lorenzo divenne papa col nome di Clemente XII.

Trasferitisi a Roma, i Corsini acquistarono nel 1735 il cinquecentesco palazzo Riario, facendolo ristrutturare. Il nucleo seicentesco della collezione artistica venne progressivamente arricchito con capolavori che vanno dal tardo Cinquecento al Settecento, fino alla cessione allo Stato italiano avvenuta nel 1883 e caratterizzata da un vincolo volto a preservarne l’integrità, grazie al quale è possibile ammirarla ancora oggi nel suo originario splendore.

Photo credit: Olon Arte


Interessato?


Ritorna alle visite dei Musei


Esplora le altre visite