La villa, situata lungo via Nomentana, deve il suo nome alla famiglia che la possedette per quasi due secoli, dal 1797 al 1978. Il ricchissimo banchiere Giovanni Torlonia acquistò la tenuta dai Colonna e subito incaricò l’architetto Giuseppe Valadier di effettuare importanti modifiche: l’edificio padronale fu trasformato in un elegante palazzo, vennero edificate le Scuderie, il Casino dei Principi e alcune fontane per abbellire il parco. Furono inoltre acquistate numerose opere di arte classica che andarono a formare una notevole collezione.

Negli anni seguenti vi furono continue modifiche fino ad arrivare agli inizi del Novecento quando Giovanni jr. fece realizzare nuove strutture: il Villino Medievale, un nuovo ingresso su via Nomentana, il Villino Rosso e soprattutto la particolarissima Casina delle Civette. Lo stesso Giovanni nel 1925 offrì la villa a Mussolini come residenza. Il Duce vi abitò fino al 1943, l’anno seguente il complesso fu occupato dalle truppe anglo-americane.

Photo credit: Olon Arte


Interessato?


Ritorna alle visite dei Musei


Esplora le altre visite