Il Quartiere venne edificato nel 1920 (quest’anno infatti festeggia il centenario) dall’Istituto Case Popolari, in un’area nei pressi di un polo industriale sulla Via Ostiense. L’idea di partenza era quella di creare una borgata-giardino sul modello delle Garden Cities,con alloggi immersi nel verde per gli operai che lavoravano lì vicino. Con il passare del tempo il piano urbanistico iniziale subì numerose varianti fino a donare al quartiere l’aspetto attuale. Da rione popolare oggi la Garbatella si è trasformata in una delle zone più appetibili della Capitale, per via di quell’atmosfera caratteristica costruita intorno alle influenze architettoniche più disparate: barocchetto romano, razionalismo e liberty.


Interessato?


Ritorna alle visite della Roma Contemporanea


Esplora le altre visite