Andremo alla scoperta dell’area archeologica del “Vicus Caprarius“, a due passi dalla celebre Fontana di Trevi.
Il sito, a circa 9 metri di profondità, fu riportato alla luce tra il 1999 e il 2001 nel corso dei lavori di ristrutturazione dell’ex Cinema Trevi. Sono visibili resti di diverse strutture: un caseggiato a più piani (insula) risalente al I secolo che venne trasformato in una residenza nobiliare (domus) nel IV e un grande serbatoio di distribuzione delle acque (castellum aquae) collegato all’acquedotto Vergine, unico acquedotto romano ancora oggi funzionante.
All’interno dell’area è allestito inoltre un antiquarium in cui si conservano oggetti e sculture in marmo, anfore per il trasposto dell’olio e un tesoretto di monete di diverse epoche.
Ci sposteremo poi al pianterreno della “Rinascente” dove potremo ammirare i resti delle imponenti strutture dell’acquedotto Vergine.


Interessato?


Esplora le altre visite